52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa

Spettro delle manifestazioni cardiache in COVID-19


Le informazioni sulle manifestazioni cardiache della malattia da coronavirus 2019 ( COVID-19 ) sono scarse.
È stata eseguita una valutazione ecocardiografica sistematica e completa dei pazienti ospedalizzati con infezione da SARS-CoV-2.

In tutto 100 pazienti consecutivi con diagnosi di infezione da COVID-19 sono stati sottoposti a valutazione ecocardiografica completa entro 24 ore dal ricovero e sono stati confrontati con i valori di riferimento.

Gli studi ecocardiografici includevano la funzione sistolica e diastolica del ventricolo sinistro e l'emodinamica della valvola e la valutazione del ventricolo destro, nonché l'ecografia polmonare.
Un secondo esame è stato eseguito in caso di deterioramento clinico.

Complessivamente 32 pazienti ( 32% ) avevano un ecocardiogramma normale al basale.
La patologia cardiaca più comune era la dilatazione e la disfunzione del ventricolo destro ( osservate nel 39% dei pazienti ), seguite da disfunzione diastolica ventricolare sinistra ( 16% ) e disfunzione sistolica ventricolare sinistra ( 10% ).

I pazienti con troponina elevata ( 20% ) o condizioni cliniche peggiori non hanno mostrato alcuna differenza significativa nella funzione sistolica ventricolare sinistra ( FEVS ) rispetto ai pazienti con troponina normale o condizioni cliniche migliori, ma avevano una funzione ventricolare destra peggiore.
Il deterioramento clinico si è verificato nel 20% dei pazienti.

In questi pazienti, l'anomalia ecocardiografica più comune al follow-up era il deterioramento della funzione del ventricolo destro ( 12 pazienti ), seguito da un deterioramento sistolico e diastolico del ventricolo sinistro ( n=5 ).
La trombosi venosa profonda femorale è stata diagnosticata in 5 dei 12 pazienti con insufficienza ventricolare destra.

Nell'infezione da SARS-CoV-2, la funzione sistolica ventricolare sinistra è risultata preservata nella maggior parte dei pazienti, ma la funzione diastolica ventricolare sinistra e la funzione del ventricolo destro sono compromesse.
La troponina elevata e un grado clinico più sfavorevole sono stati associati a una peggiore funzione del ventricolo destro.

Nei pazienti che presentano un peggioramento clinico al follow-up, la disfunzione acuta del ventricolo destro, con o senza trombosi venosa profonda, è più comune, ma è stata osservata una disfunzione sistolica acuta del ventricolo sinistro circa nel 20% dei pazienti. ( Xagena2020 )

Szekely Y et al, Circulation 2020; 142: 342-353

Cardio2020 Inf2020



Indietro