52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Associazione tra uso di Aspirina e sanguinamento maggiore in pazienti con e senza diabete mellito


Il beneficio dell’uso di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) per la prevenzione primaria di eventi cardiovascolari è relativamente piccolo in individui con e senza diabete mellito, e tale beneficio potrebbe essere facilmente annullato dal rischio di emorragia.

Uno studio di coorte di popolazione ha determinato l’incidenza di episodi di sanguinamento maggiore gastrointestinale ed intracranico in individui con e senza diabete che assumevano Aspirina.

Nello studio sono stati utilizzati dati amministrativi relativi a 4.1 milioni di cittadini di 12 autorità sanitarie locali in Puglia ( Italia ).

Individui con nuove prescrizioni di bassa dose di Aspirina ( inferiore o uguale a 300 mg ) sono stati identificati nel periodo 2003-2008 e sono stati appaiati a controlli che non assumevano Aspirina nello stesso periodo.

Le principali misure di esito erano le ospedalizzazioni per sanguinamenti gastrointestinali maggiori o emorragia cerebrale dopo l’inizio della terapia antipiastrinica.

Sono stati coinvolti nello studio 186.425 soggetti in trattamento con bassa dose di Aspirina e 186.425 controlli.

Durante un follow-up mediano di 5.7 anni, il tasso di incidenza generale di eventi emorragici è stato pari a 5.58 per 1000 anni-persona per gli utilizzatori di Aspirina e 3.60 per 1000 anni-persona per i non-utilizzatori ( rate ratio di incidenza [ IRR ], 1.55 ).

L’uso di Aspirina è risultato associato a un rischio più elevato di sanguinamento maggiore nella maggior parte dei sottogruppi valutati ma non in soggetti con diabete mellito ( IRR, 1.09 ).

Indipendentemente dall’uso di Aspirina, il diabete mellito è risultato indipendentemente associato a un aumento del rischio di episodi di sanguinamento maggiore ( IRR, 1.36 ).

In conclusione, in una coorte di popolazione, l’uso di Aspirina è risultato significativamente associato a un aumento del rischio di episodi di sanguinamento maggiore gastrointestinali o cerebrali.
I pazienti con diabete mellito hanno mostrato un elevato tasso di sanguinamento che non è risultato indipendentemente associato a uso di Aspirina. ( Xagena2012 )

De Berardis G et al, JAMA 2012; 307: 2286-2294

Cardio2012 Endo2012 Farma2012


Indietro