CardioPreventariab.it
Associazione Silvia Procopio
Prevenzione malattie cardiovascolari
Reumatologia

Malattie cardiache in seguito a trattamento per malattia tumorale nei bambini


La malattia cardiaca è uno dei principali effetti collaterali della terapia antitumorale infantile, ma fino ad ora poco è noto circa il rapporto tra la dose di radiazioni al cuore ( HRD; heart radiation dose ) ricevute durante l'infanzia e il rischio di cardiopatia.

Da una coorte costituita da 3.162 sopravvissuti a cancro infantile a 5 anni sono state raccolte informazioni sulla chemioterapia ed è stato stimata la dose di radiazioni ricevuta dal cuore.
Ci sono stati 347 casi di malattia cardiaca in 234 pazienti; 156 sono stati valutati essere di grado 3 o superiore.

L'incidenza cumulativa di qualsiasi tipo di malattia cardiaca a 40 anni di età è stata pari all’11.0% e al 7.4% quando è stata considerata solo la malattia cardiaca di grado 3 o superiore.

Rispetto ai pazienti che non hanno ricevuto antracicline e o nessuna radioterapia o dose di radiazioni al cuore inferiore a 0.1 Gy, il rischio è stato moltiplicato per 18.4 nei pazienti che avevano ricevuto antracicline e nessuna radioterapia o dose di radiazione al cuore inferiore a 0.1 Gy, per 60.4 in coloro che non avevano ricevuto antracicline e dose di radiazioni al cuore superiore o uguale a 30 Gy, e per 61.5 in coloro che avevano ricevuto sia antracicline sia dose di radiazioni al cuore superiore o uguale a 30 Gy.

In conclusione, i sopravvissuti a tumori infantili trattati con radioterapia e antracicline corrono un alto rischio dose-dipendente di sviluppare malattia cardiaca.
Le malattie cardiache si sviluppano più precocemente nei pazienti trattati con antraci cline, rispetto a quelli non-trattati con antracicline. ( Xagena2016 )

Haddy N et al, Circulation 2016; 133: 31-38

Cardio2016 Onco2016 Pedia2016 Farma2016


Indietro