Mediexplorer

CardiologiaOnline.net

Cardiologia

Malattia cardiovascolare subclinica e mortalità, demenza e malattia coronarica nei pazienti con più di 80 anni


La prevenzione e il trattamento di successo della malattia coronarica e dell’ictus ha portato a un notevole aumento della longevità, con conseguente crescita della popolazione di anziani a rischio di demenza.

È stata valutata la relazione tra aterosclerosi coronarica periferica e altre aterosclerosi periferiche e rischio di morte, demenza, e malattia coronarica nei pazienti molto anziani.
Poiché l'estensione della malattia vascolare differisce in modo sostanziale tra uomini e donne, sono state incluse analisi per sesso ed etnia, con un focus specifico sulle donne con basso punteggio Agatston di contenuto di calcio coronarico ( CAC ).

È stata valutata la relazione tra le misure di malattia subclinica cardiovascolare ( contenuto di calcio nelle coronarie, spessore della intima-media della carotide, stenosi, e indice caviglia-braccio ) e il rischio di demenza, malattia coronarica e mortalità totale in 532 partecipanti allo studio CHS-CS ( Cardiovascular Health Study-Cognition Study ) dal 1998/1999 ( età media 80 anni ) al 2012/2013 ( età media, 93 anni ).

Il 36% dei partecipanti ha avuto punteggi CAC superiori a 400.
Le donne e gli afro-americani hanno avuto punteggi CAC più bassi.
Pochi uomini hanno avuto bassi punteggi CAC.

Il punteggio CAC e il numero di calcificazioni coronariche erano direttamente correlati alla mortalità totale aggiustata per età e malattia coronarica.

L'incidenza di demenza età-specifica era superiore rispetto alla malattia coronarica.

Solo circa il 25% dei decessi è stato causato da malattia coronarica e il 16% da demenza.

Circa il 64% di coloro che sono morti aveva una precedente diagnosi di demenza.

Le donne bianche con bassi punteggi CAC hanno mostrato una incidenza di demenza significativamente ridotta.

In conclusione, nei soggetti di 80 anni di età, vi è una maggiore incidenza di demenza rispetto alla malattia coronarica.
CAC, come marker di aterosclerosi, è un fattore determinante di mortalità e di rischio di malattia coronarica e infarto del miocardio.
Le donne bianche con bassi punteggi CAC hanno presentato un rischio di demenza significativamente ridotto.
Una importante domanda senza risposta, in particolare nei pazienti molto anziani, è se la prevenzione dell'aterosclerosi e delle sue complicanze sia associata a meno patologie da malattia di Alzheimer e demenza. ( Xagena2016 )

Kuller LH et al, J Am Coll Cardiol 2016; 67: 1013-1022

Cardio2016 Neuro2016



Indietro